Il Mercatino del Settore
Photographers.it
italian street photography
Facebook

News e programmi sulle principali rassegne fotografiche, scopri come pubblicare
 
?>
Silence di Fabio Miguel Roque
Autore: LORENZO DI LORETO UCCELLINI - Pubblicato il 05/09/18 - Categoria Mostre
Questa news non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina č stata visitata 1131 volte
Share |
  Dal 29 Settembre 2018 al 14 Ottobre 2018 in provincia di Pesaro e Urbino a PESARO

Ad avviare l'apertura di THE BID | Art Space dopo la pausa estiva, una esposizione internazionale di notevole spessore artistico. L'autore, Roque, è un talentuoso fotografo e affermato editore di libri d'arte, per la prima volta con una personale in Italia.

Quello di Fabio Miguel Roque è lavoro fotografico che rispecchia fedelmente l’animo dell’artista, i suoi turbamenti di giovane uomo, tra un passato che lascia segni visibili, un presente effimero e un futuro da cui Fábio attende responsi.  Una ricerca di un posto nell’Universo, di un momento forse perduto per sempre; la riscoperta di un passato che lascia segni sulla carne nuda mentre il presente è quasi senza sostanza.
Dalla prefazione dell’artista:
<<[...]C’è un’altra cosa che quella persona mi ha detto e ciò è veramente importante per me: “Fabio il tuo lavoro è una unità! Puoi attribuire diversi nomi a differenti capitoli ma puoi altresì mescolare il tutto in una più vasta storia, e sarai il tuo lavoro. Il tuo lavoro sei te stesso!">>.

Nota del curatore
Appena ho visto le fotografie di Fábio Miguel Roque mi è stato subito evidente che esse mostravano lui stesso, i suoi tormenti. Nonostante non conoscessi ancora nulla della storia personale di questo giovane uomo sentivo tutta la sua sofferenza. 
Una ricerca delle origini, di personali mondi e molteplici vite in una sola, ma nonostante il forte imprinting autobiografico essa è proiettata nell’Universo, da cui l’autore si attende delle risposte. 
C’è un uomo, il suo corpo lacerato, segnato dall’essere in questo mondo, in questa vita che gli è data; e c’è un uomo che tende invece verso l’infinito, l’ignoto, cercando consolazione al senso di smarrimento, di quell‘attimo perduto per sempre che genera un disagio di cui tutta la sua opera è pervasa. 
Segnali sparsi di una qualsivoglia appartenenza a un Cosmo ignoto laddove non più possibile quella invece ad una contingenza ben delimitata nei confini della propria personalità, del tessuto la cui trama sembra già tutta scritta e perduta nell’ordito sfilacciato del passato.
Quello di Fábio è uno stato che rimane sfuggevole e sognante ma tuttavia mai senza speranza. I profondi neri e gli accecanti bianchi conducono da qualche parte che Fabio non può ancora comprendere ma allo stesso tempo riconosce come una possibilità reale.
Sono immagini che stridono tra il rude coraggio della carne e il tenero desiderio di lasciarsi cullare in un oblio senza sostanza, escluso dalla pressione del tempo che scorre.
Ogni immagine lascia l'osservatore con tante domande e qualche risposta. Lorenzo Uccellini, Pesaro 5 settembre 2018,

____

info: the_bid@icloud.com

Orario apertura: mer/gio/ven/sab 15.30/19.00 | Domenica su appuntamento

Eventi Prossimi Giorni Vedi tutti gli Eventi
30 Gennaio 2019 a Bologna   (Bologna)
Inedita installazione site-specific .. [continua]
  Popular Tag  
glamour maschere silenzio di luce fotografia naturalistica natura studio costume montenapoleone portfolio insieme acireale libro dolomiti salone Mattattori Fratelli Alinari fotografia makenoise tecnologia book oggetti polifemo infrarosso antico Degas mario de biasi